Eraclea

Eraclea

Anche ad Grisolera (denominazione del tempo di Eraclea), come negli altri paesi che si trovarono a fronteggiare l'invasione austriaca, il primo segnale della catastrofe sopraggiunta fu la distruzione del campanile, da parte degli italiani il 9 novembre 1917, per evitare che diventi un osservatorio per il nemico.

Gli austriaci riuscirono, dopo accaniti combattimenti, ad arrivare in paese ed occuparlo il 20 novembre, e vi convivranno con quanti della popolazione decisero di rimanere in paese, fino alla battaglia del Solstizio.

Dopo la guerra il centro di Grisolera, così come le case lungo il fiume, non esisteva più in quanto completamente devastato dai combattimenti e bombardamenti; stessa sorte toccò alle idrovore, distrutte dagli austriaci in ritirata dopo la sconfitta del giugno 1918, e alla campagna completamente allagata.