Case del Soldato e Ospedali militari

Ospedale Militare - sede di Casa del Soldato

Accanto a Villa Folco-Dreina (in quello che è oggi l’Albergo Caffè Commercio) trovò sistemazione una delle tante Case del Soldato fondate da Padre Giovanni Minozzi, a sua dire, una:
...Casa sfortuna, in gran parte, mai tenuta proprio com’io desideravo. Non riuscii a trovare un bravo direttore. Visse stentatamente, facendo quel bene che poteva ai suoi numerosi soldati che vi s’adunavano ogni giorno. Il 20 maggio tutto il Reggimento 145 vi fece la Santa pasqua, guidato dall’ottimo Cappellano Padre Rosa.

Là, annotò P. Minozzi nei suoi Ricordi di Guerra:
.. Esistevano oggetti di grandissimo valore con uno splendido pianoforte e il cinematografo. Nonostante il tiro che in quel momento (erano le ore 17 del 17 giugno’18) si intensificava e la vicinanza (circa cinquecento metri) dalle linee nemiche, il tenente Lanzetti riuscì ad asportare quel materiale, di un valore di migliaia di lire...

Più tardi, lo stesso edificio fu, forse, sede di un posto ristoro e certamente di un Ospedale di tappa della 20 Sezione di Sanità che diventa, nel giugno del ’18, il 1° Posto di Smistamento dipendente dalla 45 Divisione del 26° Corpo d’ Armata e che qui rimase fino all’armistizio.

Presso il cinquecentesco Palazzo Cappello, ora sede Municipale, fu istituito un posto di smistamento della Croce Rossa Americana.