Monumento agli Artiglieri

Oggi, a Losson, cui poi fu aggiunto il nome “della Battaglia”, una lapide del Monumento che la Sezione Artiglieri di Meolo volle dedicare alla loro Protettrice, Santa Barbara, e alla memoria di tutti gli Artiglieri e dei Caduti di ogni guerra, recita :

<<Nella notte del 23 giugno 1918, da questa sponda sacra ai destini della Patria, Fanti, Arditi, Bersaglieri, Cavalieri, Artiglieri e Genieri della invitta III Armata, in un tumulto di schiere cozzanti e in un fragore di armi, mossero alla conquista di quel lembo di terra italiana che il sacrificio di vita e di sangue dei figli migliori aveva consacrato alla Patria>>.

Monumento agli Artiglieri d'Italia

Questa lapide, forse, andrebbe modificata e così meglio integrata :

Nella notte del 23 giugno 1918, da questo inespugnabile caposaldo di Losson , dove i Fanti italiani resistettero eroicamente ai ripetuti e formidabili assalti nemici e spesso si immolarono per i destini della Patria, gli Assaltatori del XXIII Reparto, i Dragoni del 2o e 4o Squadrone Piemonte Reale, i Mitraglieri Divisionali, i Carabinieri Divisionali, il III e IV Battaglione Bersaglieri Ciclisti, il VII Battglione Genio Zappatori, gli Artiglieri del 11 Reggimento Artiglieria da campagna e del 55o Gruppo da montagna e le due mitiche Brigate di Fanteria, la “Bisagno” e la “Sassari” appartenenti alla gloriosa 33 Divisione comandata dal generale Carlo Sanna, si spinsero alla riconquista di quel sacro tratto di sponda del fiume compreso tra Fossalta e Musile di Piave.

Alla sinistra del Monumento, c’è un cippo che commemora il Capitano del V Reparto Arditi, Alfredo Romano, caduto a Losson il 18 giugno 1918. Sotto il basamento del cippo, con i versi del Carducci

Si muore
qui per la Patria ben risorge a vita
chi per la Patria cade ne la santa
luce de l’armi.

è ricordato che con lui fu sepolto, finalmente assieme, anche il fratello.